25 Maggio 2024

Questi i risultati delle elezioni regionali lombarde nella città di Milano, in contrasto con il risultato regionale complessivo, che premia la destra, con la rielezione di Attilio Fontana alla presidenza della Regione Lombardia e la posizione preminente di Fratelli d’Italia su tutti i partiti, come a livello nazionale.

Un risultato che pone un problema, non nuovo: il conflitto di visione politica ed amministrativa tra Regione e capoluogo di regione, la città di Milano, la più importante d’Italia.
I numeri sono eloquenti, e confermano una vocazione “sinistra” di un buon numero di residenti milanesi, col paradosso che questi risiedono in prevalenza nei quartieri centrali della città, piuttosto che nelle periferie.
Anche il terzo polo raggiunge qui un risultato significativo, poco al di sotto della destra, e si tratta di una base elettorale solo teoricamente “liberale”, in quanto il riferimento sono personaggi che provengono dal PD, come Renzi e Calenda, e se il risultato complessivo lombardo non fosse stato largamente a favore della destra con Fontana, un’alleanza di governo in Lombardia tra la sinistra ed il terzo polo sarebbe stata scontata, mentre non lo sarebbe stata affatto una analoga alleanza tra il terzo polo e la destra.

La domanda è seria: come si fa a governare un territorio chiave come la Lombardia, con una politica orientata ad ovest mentre Milano si muove verso est? Un’isola “rossa” all’interno di un mare “verde e azzurro”, mentre i grandi temi che interessano a tutti NON hanno colore politico, ma impatto sociale si, e si parla di sanità, immigrazione, sicurezza, lavoro.

Non ho i dati dei votanti al Municipio 9, ma non sono rilevanti . Ciò che conta è il potenziale conflitto paralizzante tra le politiche del governo lombardo e quelle milanesi del sindaco Sala, anche se, tutto sommato, purtroppo, ormai molte politiche sono analoghe, perché obbediscono a direttive di ordine nazionale o, addirittura, europeo, si che il conflitto è più a livello di conquista di poltrone che di risultati per la cittadinanza. Ma questo passa il convento, quando i cittadini ignorano la politica e non si impegnano neppure un poco per tentare di cambiare le cose a loro favore.

Ing. Franco Puglia
13 febbraio 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Condividi i contenuti del sito? Diffondilo.