25 Maggio 2024

Così troviamo scritto su Wikipedia :
Nonostante la sua piccola concentrazione, la CO è un componente fondamentale ₂ dell’atmosfera
terrestre perché – insieme al vapore acqueo, al metano e ad altri gas serra – intrappola la radiazione
infrarossa della luce solare riflettendola nuovamente verso la superficie terrestre (il cosiddetto “effetto
serra”), impedendo che la superficie della Terra subisca le grandi variazioni termiche del ritmo giorno notte.
Inoltre l’anidride carbonica partecipa al ciclo del carbonio, che permette lo scambio di carbonio
tra gli esseri viventi e l’ambiente. L’aumento della sua concentrazione nell’atmosfera a causa delle
attività umane, a cui abbiamo assistito a partire dalla rivoluzione industriale, ha invece provocato gravi
scompensi nel ciclo naturale, in particolare favorendo il surriscaldamento globale e i fenomeni ad esso
collegati (quali ad esempio cambiamenti climatici catastrofici, lo scioglimento di ghiacciai,
l’innalzamento del livello del mare, la modifica degli habitat naturali e la conseguenza estinzione di
molte specie viventi).
Questa descrizione coincide con la TESI di quanti sostengono a livello globale il riscaldamento
planetario di origine antropica. Notare una frase : … la CO2 … intrappola la radiazione infrarossa
della luce solare, riflettendola nuovamente verso la superficie terrestre.
Questo meccanismo, in fisica ed in chimica, NON ESISTE !
I gas non “intrappolano” le radiazioni, di qualsiasi frequenza siano, ma le ASSORBONO, in parte,
trasformandole in calore. Un gas, in se, non ha potere RIFLETTENTE, ma le sue molecole possono
far divergere la radiazione in varie direzioni (scattering). Lo scattering di una radiazione può essere
assimilato ad una riflessione, perché la radiazione muta direzione. Lo scattering delle molecole di
un gas assume qualsiasi direzione, e riguarda la radiazione NON assorbita.
Torniamo al nostro GAS SERRA (uno qualsiasi tra i tanti); tutto quello che può fare è :

  1. Assorbire radiazione innalzando la sua temperatura (in alta atmosfera … dove fa molto freddo)
  2. Non assorbire la radiazione, trasmettendola in qualsiasi direzione, anche verso terra
    In assenza di tale gas, TUTTA la radiazione sarebbe stata convogliata a terra.
    La terra si riscalda a causa della ASSENZA o insufficienza di gas serra, non il contrario.
    O avete già dimenticato il famoso “buco nell’ozono” che faceva passare le radiazioni attraverso i
    gas serra atmosferici ? Le zone desertiche sono calde di giorno e fredde di notte, a causa della
    scarsità di un gas serra essenziale : il vapore acqueo.

    Le zone umide, invece, hanno minori escursioni termiche tra giorno e notte e temperature diurne
    minori, anche se si trovano sul medesimo parallelo terrestre.
    In zona desertica arriva a terra, di giorno, il massimo della radiazione solare, surriscaldando il
    terreno. Di notte la terra, calda, irradia calore verso lo spazio, ma incontra gli strati dell’atmosfera
    ed i suoi gas assorbono in parte questa radiazione, ma producono anche uno scattering che, in parte, ritorna verso terra.
    Questo calore di ritorno, in zona desertica, è minimo. Le notti sono fredde.
    Nelle zone umide, la presenza del vapore d’acqua determina un assorbimento importante della
    radiazione infrarossa diurna (chiunque sa che le nubi schermano il calore solare) ma una parte di
    radiazione arriva comunque a terra. Di notte, il fenomeno inverso trasmette calore verso lo spazio, e
    questo viene in parte assorbito dal vapore acqueo ed in parte riflesso a terra per scattering.
    La quantità di calore che riesce ad attraversare gli strati di vapore acqueo è però minima, a causa
    della capacità di assorbimento e riflessione delle molecole di vapore.
    Molto calore ritorna verso terra e la temperatura del terreno scende di poco.
    Il Calore specifico della CO2 è pari a 0,82 KJ/Kg /°C mentre quello dell’Azoto (che occupa il 78%
    del volume dei gas atmosferici) è pari a 1,038 KJ/Kg /°C. Significa che la CO2 assorbe poca
    radiazione rispetto all’Azoto (e di conseguenza ne riflette anche di meno).
    E la percentuale di CO2 rispetto all’azoto è risibile !!
    Il calore specifico del vapor d’acqua è invece 1,9 KJ/Kg /°C, cioè quasi il doppio !!!
    Il più importante gas serra è il VAPORE ACQUEO.
    Senza vapore acqueo, senza i mari che lo producono, la terra sarebbe un deserto arido e caldissimo.
    L’incremento della CO2 atmosferica può contribuire ad aumentare l’effetto serra ?
    No, perché il VOLUME dell’atmosfera è ragionevolmente costante ed all’aumento del volume di un
    gas corrisponde la diminuzione di un altro, salvo le perdite nello spazio, che riguardano TUTTI i
    gas. Poi ciascuno può credere a quel che gli pare: per millenni abbiamo creduto negli DEI ….

    Ing. Franco Puglia
    20.11.2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Condividi i contenuti del sito? Diffondilo.